Documenti e visto

15.02.2020

📇 Per entrare in Giappone come turisti è necessario avere un passaporto in corso di validità per tutta la durata del viaggio e una copia del biglietto aereo di ritorno. In questo ultimo caso si tratta di una formalità in quanto non sempre lo richiedono, ma può capitare che per assicurarsi che non vogliate rimanere per un periodo superiore a quello concesso chiedano di vedere il documento di viaggio per il rientro.

Il visto turistico Giapponese, infatti, dura 90 giorni e viene segnato direttamente sul vostro passaporto dalle autorità alla dogana di entrata in aeroporto.

Per periodi superiori ai 90 giorni è necessario munirsi di regolare visto ( per questo vi rimandiamo a prendere contatto con l'Ambasciata del Giappone in Italia di Roma o con il Consolato Generale del Giappone a Milano).

I turisti devono sempre girare con Il passaporto ed eventuale visto: in caso di controlli il vostro documento di identità italiano non sarà sufficiente.

Inoltre va ricordato che, se in possesso del semplice visto turistico, non potrete svolgere nel paese attività lavorative di alcun genere, pena l'espulsione con sanzioni anche piuttosto pesanti ( si arriva al divieto di entrata nel paese per 10 anni).

Le stesse pene vengono applicate in caso di permanenza superiore a quella consentita. Nel caso in cui vi steste preparando a un viaggio tanto lungo, infatti, il nostro consiglio è quello di non prenotare il viaggio di ritorno nel vostro novantesimo giorno di permanenza in quanto in caso di imprevisti ( come può essere un volo cancellato) sarete comunque perseguibili di sanzioni.

📋 Tra i documenti da portare con sé ci sentiamo di includere anche l'assicurazione sanitaria.

Vogliamo precisare che NON è OBBLIGATORIO averla, ma è sicuramente MEGLIO averla.

La sanità giapponese è per metà privatizzata quindi a differenza di quella americana, dove se non sei in possesso di un'assicurazione non provvedono alle cure, in Giappone potreste incorrere in spese mediche piuttosto salate anche per il minimo problema.

Il nostro consiglio è quello di stipulare un contratto di assicurazione che copra almeno le spese mediche base e quelle in caso di ricovero.

📮 Esistono tante compagnie, anche online, che offrono una buona copertura anche senza dover sostenere una spesa eccessiva.

Meglio fare un piccolo investimento e stare tranquilli piuttosto che ritrovarsi in difficoltà sul posto.