Maneki NEKO
di Elena Nencioni


Conosci la leggenda del Maneki Neko (招き猫) ?

Numerose sono le versioni che hanno fatto diventare questo gatto famoso, ma una delle più conosciute è sicuramente quella del tempio.

Secondo questa, in una giornata di pioggia, un feudatario si stava riparando sotto un albero nelle prossimità del tempio Goutokuji, non molto lontano da Tokyo, quando il gatto del Monaco attirò la sua attenzione alzando la zampetta; l'uomo quindi, si avvicinò al felino ed un attimo dopo un fulmine colpi l'albero che gli stava offrendo rifugio. Da quel momento il feudatario strinse amicizia con il Monaco, portando prosperità al tempio. Quando il gatto morì fu costruito il primo Maneki Neko, letteralmente ''gatto che chiama'', ed oggi è una figura famosa in tutto il mondo in grado di portare ricchezza e fortuna.

Il ManekiNeko può variare di colore e di funzione:

  • Il bianco è quello più diffuso e che porta fortuna generale;

  • il nero tiene lontani gli influssi negativi;

  • il rosso, come il nero, tiene alla larga influssi e spiriti negativi;

  • il rosa, anche se non è un colore tradizionale, oggi è associato all'amore;

  • il verde è ideale per il raggiungimento di obbiettivi importanti, specialmente negli studi;

  • l'azzurro aiuta nella crescita personale ed interiore;

  • il viola è un augurio per la realizzazione dei propri sogni;

  • mentre l'oro attirerebbe i soldi e conferirebbe una prosperità economica.

A Goutokuji c'è un tempio dedicato al felino con centinaia di statue in suo onore.

Per arrivare, partendo da Shinjuku, consiglio di prendere la linea Odakyu Odawara e scendere alla stazione di Goutokuji, dove si trova la statua di un grosso gatto all'uscita. Una volta arrivati ci sono da percorrere 10-15 minuti a piedi, ma non preoccupatevi, la strada è piena zeppa di indicazioni per raggiungere il famoso Tempio Goutokuji (豪徳寺).


INSTAGRAM: elenanencioni